immagini del Comune di Scansano

Via XX Settembre 34 -58054 SCANSANO (GR)   tel: (039) 0564509411   fax: (039) 0564509425 e-mail: info@comune.scansano.gr.it


Home | L'Amministrazione | I Servizi | La storia | Luoghi da visitare | I musei | Teatro | Avvisi | Manifestazioni | Pubblicazioni | Il Morellino | Agriturismo

 

Privacy


 Home > Amministrazione trasparente > Privacy

 

Il responsabile per la trasparenza, in esecuzione al provvedimento n. 243/2014 del Garante per la protezione dei dati personali, avvisa i fruitori del sito istituzionale del comune di Scansano: http://www.comune.scansano.gr.it che i dati personali pubblicati sono riutilizzabili esclusivamente alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e d.lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali
Quadro normativo

Il d.lgs. 196/2003 definisce “dato personale” qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.
L’art. 4 del d.lgs. 33/2013 dispone che gli obblighi di pubblicazione dei dati personali, che non siano sensibili e giudiziari, comportano la possibilità di trattamento dei dati stessi secondo modalità che ne consentano “la indicizzazione e la rintracciabilità tramite i motori di ricerca web ed il loro riutilizzo”.
L’art. 7 del medesimo decreto prevede che documenti, informazioni e dati oggetto di pubblicazione obbligatoria siano pubblicati in formato di tipo aperto e siano “riutilizzabili ai sensi del d.lgs. 36/2006, del d.lgs. 82/2005 e del d.lgs 196/2003, senza ulteriori restrizioni diverse dall'obbligo di citare la fonte e di rispettarne l'integrità”.
Da una prima lettura degli artt. 4 e 7 del decreto “trasparenza” sembra risultare una facoltà di riutilizzo “indiscriminato” dei dati personali pubblicati. In realtà non è affatto così.
Il Garante è intervenuto per specificare che “il riutilizzo dei dati personali pubblicati è soggetto alle condizioni e ai limiti previsti dalla disciplina sulla protezione dei dati personali e dalle specifiche disposizioni del d.lgs. 36/2006 di recepimento della direttiva 2003/98/CE sul riutilizzo dell'informazione del settore pubblico”.
Limiti al riutilizzo

La suddetta direttiva 2003/98/CE è stata oggetto di revisione ad opera della direttiva 2013/37/UE entrata in vigore dopo l'approvazione del decreto legislativo sulla trasparenza. L'Unione europea ha confermato il principio in base al quale il riutilizzo dei dati personali pubblicati non deve pregiudicare il livello di tutela delle persone fisiche
fissato dalle disposizioni di diritto europeo e nazionale in materia.
In particolare, le nuove disposizioni della direttiva introducono specifiche eccezioni al riutilizzo fondate sui principi di protezione dei dati, prevedendo che una serie di documenti del settore pubblico contenenti tale tipologia di informazioni siano sottratti al riuso anche qualora siano liberamente accessibili online.
Ciò significa che il principio generale del libero riutilizzo di documenti contenenti dati pubblici riguarda essenzialmente documenti che non contengono dati personali, oppure riguarda dati personali opportunamente aggregati e resi anonimi.
Il solo fatto che informazioni personali siano rese conoscibili online per finalità di trasparenza non comporta che le stesse siano liberamente riutilizzabili da chiunque e per qualsiasi scopo.
In particolare, in attuazione del principio di finalità di cui all'art. 11 del d.lgs. 196/2003, il riutilizzo dei dati personali conoscibili da chiunque non può essere consentito "in termini incompatibili" con gli scopi originari per i quali i medesimi dati sono resi accessibili pubblicamente.